19.3 C
Salerno
sabato, 22 Giugno 2024
HomeEventiLa storia della Pergamena Bianca, a settembre “La Cava, Civitas Fidelissima 1460”

La storia della Pergamena Bianca, a settembre “La Cava, Civitas Fidelissima 1460”

di Antonietta Doria

Quella della Pergamena Bianca è una splendida pagina della Storia scritta nel 1460. Infatti  il re di Napoli, Ferdinando I, concesse alla città de la Cava una serie di privilegi e, primo fra tutti, il titolo di “Civitas Fedelissima” come ricompensa per la fedeltà dimostrata al  Re Ferrante I D’Aragona ed al regno aragonese, non inchinandosi a Carlo d’Angiò che ne contendeva il trono. Per aver dimostrato forza e sagacia contro gli angioini, la cittadina  subì quelli che erano definiti i “guasti” ossia, morte, assedio e devastazioni.

Re Ferrante I D’Aragona, colpito da tanta determinazione da parte della città, chiamò a corte Onofrio Scannapieco, il Sindaco di allora chiedendo cosa desiderasse per tale fedeltà. Questi riunì la città per decidere ma i cavesi non vollero chiedere niente e Ferdinando I,  il 4 settembre 1460, rinnovò la sua offerta pieno di ammirazione per la popolazione inviando, al Sindaco, una nuova lettera. Questa accompagnava la  Pergamena, rigorosamente in bianco e  recante i sigilli e la sua firma. Qui i cavesi avrebbero potuto chiedere qualsiasi cosa. La Storia ci dice che la pergamena non fu mai utilizzata per nessun tipo di richiesta e resta, a ricordare il nobile episodio, attualmente  fruibile, presso il Palazzo Comunale della cittadina metelliana.

Cava de’ Tirreni accoglierà a settembre, nei giorni 1, 2 e 3, la III edizione della manifestazione storico-culturale “La Cava, Civitas Fidelissima 1460”, presso il  Convento di San Francesco. Erede artistico e incubatore della famosissima rappresentazione storico-teatrale “La Pergamena Bianca” oggi alla VIII edizione, l’evento più atteso dell’anno avrà in programma tantissime sorprese che verranno svelate a breve.

Intanto l’associazione Sbandieratori della Città di Cava- Li Quattro Distretti, guidata dal presidente Felice Abate, ha già calendarizzato gli eventi che dovranno far rivivere l’evento storico da cui tutto ha avuto inizio.

Ad aprire la kermesse venerdì primo settembre una bellissima cerimonia religiosa in costume.

Sabato 2 settembre dopo il Corteo Storico de Li Quattro Distretti andrà in scena lo spettacolo teatrale “1460, assedio La Cava”. Proprio La Pergamena Bianca, con la regia di Andrea Carraro, sarà la punta di diamante dell’intera kermesse.

Il Conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno chiuderà l’intera manifestazione domenica 3 settembre con il concerto “Musica in chiostro”.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

LA TUA PUBBLICITÀ SU
CAMPANIALIFE.IT?


INVIA UNA MAIL a
info@campanialife.it

Most Popular

Recent Comments